Manfactory Sicilia, IT

À propos

Manfactory  è un laboratorio di prototipazione rapida che utilizza stampanti con tecnologia FDM.
Con la stampa 3D si possono realizzare modelli, prototipi, utensili e parti finite. Da oggetti di uso quotidiano, a oggetti altamente personalizzati con applicazione meccaniche 

Le stampanti che utilizzano la tecnologia FDM (Fused Deposition Modeling) sono oggi le più economiche e diffuse. 
Si possono utilizzare diversi materiali per la produzione di oggetti. 
La scelta del materiale corretto dipende dal tipo di manufatto che si vuole ottenere: dimensione, oggetto e finitura sono soltanto alcune delle variabili da tenere in considerazione e che faranno la differenza. 
Il tipo di riempimento influenza la qualità della superficie ottenuta, così come la resistenza strutturale del materiale prescelto.

Filamenti e materiali:

PLA

Il PLA è il filamento più comune utilizzato nella stampa 3D. Il PLA è un biopolimero composto, per la maggior parte, da amido di mais e pertanto è un materiale biodegradabile. Completamente prodotto a partire da risorse rinnovabili e la sua produzione non genera inquinamento.
L’acronimo PLA sta per Acido Polilattico, una termoplastica che ad oggi viene considerato il materiale più semplice da stampare in 3D. Può essere estruso a temperature relativamente basse: le temperature di fusione standard vanno dai 185°C ai 200°C.

Le principali caratteristiche tecniche sono:
• Robusto e resistente alle alte pressioni (50 MPa circa), ma si scheggia o rompe facilmente se colpito;
• Facile da estrudere a basse temperature e si deforma ai 60°C;
• Cristallizza velocemente.

PETG
Il Polietilene Tereftalato Glicole è un polimero molto interessante perchè affianca la facilità di stampa  del PLA alle migliori prestazioni meccaniche dell'ABS.  Il PETG/PET resiste fino a  80°C, agli agenti chimici, ed inoltre è adatto ad uso alimentare.
Viene stampato a temperature più alte, tra i 230°C e i 240°C  e velocità più ridotte. Non produce fumi tossici durante la stampa.

ABS
L’ABS, o Acrilonitrile Butadiene Stirene, è un materiale meno facile da estrudere e uno dei più utilizzati dalla stampa 3D odierna, poiché garantisce oggetti finiti di alta qualità. 
La ragione per cui è preferibile questo filamento al PLA è dovuto alle migliori proprietà meccaniche. Per stampare in ABS è necessario isolare la stampante per evitare sbalzi di temperatura e occorre filtrare i fumi prodotti  poiché sono cancerogeni. Nonostante questo l'ABS è uno dei materiali polimerici più utilizzati al giorno d'oggi, basti pensare ai famosi mattoncini LEGO.

Nylon
Il nylon è un poliammide flessibile e resistente alla trazione. 
Particolarmente conosciuto per l’utilizzo nell’industria tessile ma anche nelle industrie che necessitano di un materiale con elevate proprietà meccaniche.
Ci sono diverse di nylon: nella stampa 3D è utilizzo il  nylon 6 e 6.6, che sono i più comuni. Questo materiale necessita di alte temperature per essere stampato. È quindi necessaria una stampante 3D in grado di raggiungere queste temperature, di 240° circa. 

Le principali caratteristiche tecniche sono:
  • Altamente Resistente alla trazione (80 MPa)
  • Allungamento a rottura fino al 60%
  • Flessibile, più di altri materiali stampabili;
  • la finitura finale non è perfetta (ma sufficiente per la maggior parte delle lavorazioni richieste);


Filamenti speciali:
La stampa 3D FFF (fused filament fabrication), può utilizzare un’ampia gamma di materiali, come gli HIPS ( High Impact PolyStyrene, o polistirene ad alto impatto), molto simile all’ABS o il PET (polietilene tereftalato), ma sono materiali difficili da reperire. 
Tuttavia il mercato mondiale di materiali e filamenti progredisce costantemente e aggiunge ogni giorno nuove opportunità. 
Le nostre stampanti 3D sono costantemente aggiornate in modo da rimanere al passo con i progressi tecnologici ed essere in grado di stampare tutti i filamenti disponibili.
Il PLA e il Nylon, in ogni caso, possono anche differire rispetto alla loro composizione originale, poiché possono essere caricati con molecole differenti, modificandone anche le proprietà meccaniche.
Ecco alcuni esempi:

  • WOOD PLA: questo filamento in PLA contiene delle fibre di legno e produce una finitura legnosa molto particolare. Molto liscio, appena stampato il materiale produce un piacevole odore di vero legno.
  • GLASS PLA: PLA caricato con fibre corte di vetro. Traslucido e molto resistente, la finitura non è completamente trasparente a causa della componente di PLA presente nella composizione.
  • CARBON FIBER: può essere ottenuto a partire da PLA e Nylon. Nel caso del nylon, l’aggiunta di fibra di carbonio migliora la finitura degli oggetti, mentre alleggerisce il PLA standard conferendo ad entrambi elevate prestazioni meccaniche.
  • FLEXY: questa composizione di materiali termoplastici garantisce alta flessibilità e elasticità. Ha un’alta memoria di forma e non necessita di alte temperature per essere stampata.

Sicilia, IT
  • Manfactory
  • 90141 Sicilia
  • IT

Ses projets

En poursuivant votre navigation, vous acceptez l'utilisation de cookies. Les cookies nous aident à améliorer votre expérience sur le site. OK